SISTEMA
INTEGRATO

Prodotti Dermofunzionali e Tecnologie Avanzate, combinati insieme in Metodiche Innovative ed Efficaci.

AUTOCURA
DOMICILIARE

Prodotti per l’Autocura Domiciliare, in Linea con la Funzionalità del Sistema Integrato.

ESPERIENZA
SENSORIALE

Prodotti per il Benessere in Linea con la Funzionalità del Sistema Integrato.

CAPILLARI


Tra le manifestazioni più precoci della stasi venosa degli arti inferiori,  sono i cosiddetti “capillari”, che possono comparire nelle sedi più diverse, rappresentano uno degli aspetti più lesivi della bellezza delle gambe. I capillari, correttamente definiti teleangiectasie, sono dilatazioni permanenti delle venule del microcircolo del tessuto adiposo sottocutaneo alterato dalla cellulite. Colpiscono gli arti inferiori e la loro genesi è diversa dagli angiomi e dalla couperose del viso.
In realtà, non si tratta di “capillari”. Il reticolo bluastro, o di colore rosso-vinoso, di varia forma ed estensione, è costituito da piccole venule dilatate, per cui è formato da vere e proprie minuscole vene varicose (microvarici, teleangiectasie) del calibro di solito inferiore al millimetro, anche superiore nei tronchi principali. I capillari “veri” sono infinitamente più sottili e non si vedono ad occhio nudo. Ce ne vorrebbero circa 200,  stipati l’uno accanto all’altro a formare un fascio, per raggiungere il calibro di una sola delle venule più sottili dei capillari “falsi”.
Le ricerche più recenti hanno dimostrato che le teleangectasie non nascono d’improvviso, senza un’apparente ragione. Esse sono invece paragonabili alla punta di un iceberg, di cui si vede solo la cima, mentre la maggior parte rimane nascosta dall’acqua. La realtà anatomo-biologica è molto più complessa: la comparsa di questi inestetismi vascolari è preceduta, da un danno microcircolatorio diffuso. Esso colpisce i capillari “veri”  e le  più piccole venule, che divengono tortuose, si dilatano in molti punti del loro decorso, con formazione di veri e propri piccoli aneurismi.